Mission - La Scatola Magica asilo nido

Vai ai contenuti

Mission

Chi siamo
 
La missione della Cooperativa è contenuta nei primi articoli del suo Statuto e nella prima parte della Carta dei Servizi.
 
Per questo motivo abbiamo ritenuto utile attingere a questi documenti e riportare integralmente le parti che contengono i principi ispiratori che guidano l’intero sistema, le modalità con cui si intende perseguire lo “scopo sociale” e l’insieme delle attività proposte su queste basi imprescindibili.
 
Lo Statuto de La Scatola Magica, al Titolo II, art. 3 – Scopo mutualistico – recita:
 
La Società, nel rispetto dei principi e del metodo della mutualità senza finalità speculative, si propone di perseguire l'interesse generale della comunità attraverso la progettazione, la fornitura, l'organizzazione e la gestione di servizi socio-sanitari, assistenziali, culturali, educativi e per il tempo libero rivolti prevalentemente all’infanzia e alle famiglie, che tendano a stimolare e valorizzare le capacità proprie dell’individuo, rispettare ed accogliere le personali attitudini ed inclinazioni. Si avrà dunque cura di privilegiare quelle scelte e azioni che permettano la crescita e lo sviluppo armonioso dei singoli.
 
La  Cooperativa potrà, altresì, fornire occasioni di lavoro in favore dei propri Soci, al fine di migliorare ed elevare le loro condizioni economiche e sociali. Nello stesso Titolo II, l’art. 4 – Oggetto sociale declina: “Per il conseguimento dello scopo sociale, la società potrà organizzare e gestire stabilmente o temporaneamente, in proprio o per conto terzi le seguenti attività in via prevalente:
 
- asili nido;
 
- scuole materne;
 
- nidi-famiglia e di ogni luogo dedicato all’infanzia;
 
- spazi gioco e ludoteche;
 
- animazione per bambini con finalità educative e ricreative;
 
- centri estivi per minori e soggiorni estivi per minori;
 
- centri di aggregazione giovanile;
 
- iniziative di sostegno alla genitorialità;
 
- manifestazioni, eventi culturali, dibattiti, conferenze e corsi rivolti ai minori, alle famiglie e agli adulti;
 
- servizi nelle scuole;
 
- formazione e aggiornamento professionale in ambito psicopedagogico. (…)
 
Per il raggiungimento dell’oggetto sociale la Cooperativa potrà anche integrare la propria attività con quella di altri enti cooperativi e non, promuovendo e aderendo a Consorzi. (…)
 
Essa può altresì assumere, in via non prevalente, interessenze e partecipazioni, sotto qualsiasi forma, in imprese specie se svolgono attività analoghe e comunque accessorie all’attività sociale, (…)
 
La società potrà costituire fondi per lo sviluppo tecnologico o per la ristrutturazione o per il potenziamento aziendale, nonché adottare procedure di programmazione pluriennale finalizzate allo sviluppo o all’ammodernamento aziendale, ai sensi della L. 31.01.92 n. 59 ed eventuali norme modificative ed integrative.”
 
 
La Carta dei Servizi della Cooperativa, dopo una prima breve presentazione dell’Impresa Sociale, articola “i principi ispiratori” del proprio lavoro, a cui assegna solennità e importanza:
 
“I principi ispiratori del nostro lavoro possono riassumersi come segue:
 
-          accoglienza, rispetto e valorizzazione di ogni bambino e di ogni individuo in quanto persona, unica e irripetibile.
 
-          importanza del gioco quale strumento fondamentale nella crescita e nello sviluppo della personalità umana:  non  semplice utilizzo di giocattoli, ma attività ludica che si basa sul saper fare, sul ricreare in modo attivo il mondo circostante.  Gioco come momento sociale di scambio fra bambini e fra adulti e bambini, nel quale si intrecciano aspetti cognitivi e affettivi e vengono favoriti comportamenti di esplorazione, trasformazione, manipolazione e scoperta dei materiali e del mondo.
 
-          valorizzazione del ruolo della famiglia quale ambito privilegiato e naturale di crescita e di sviluppo del bambino. Il nido viene quindi inteso come luogo di vita nel quale bambini educatori e genitori condividono l’avventura del crescere.
 
-          sostegno alla coppia nella condivisione del ruolo di genitori/educatori mediante occasioni di incontro, scambio e confronto in un clima accogliente e rispettoso delle peculiarità culturali ed esperienziali che caratterizzano ogni singola famiglia.
 
-          disponibilità al cambiamento, per mezzo di una formazione permanente e l’apertura al confronto con altre realtà educative per favorire la sperimentazione e la progettazione di nuovi percorsi.
 
Ai fini del nostro studio la mission può essere così intesa:
 
“La società, nel rispetto dei principi e del metodo della mutualità senza finalità speculative, si propone di perseguire l’interesse generale della comunità attraverso la gestione di servizi socio-sanitari, assistenziali ed educativi rivolti prevalentemente ai bambini e alle famiglie.”.
Torna ai contenuti